Il progetto

Obiettivi

Il rifiuto è una risorsa: da oltre vent’anni Asja si impegna per una efficace gestione dei rifiuti, sviluppando progetti innovativi che portano sul territorio italiano le tecnologie più all’avanguardia per generare energia pulita dai rifiuti nel rispetto dell’ambiente e della salute pubblica.

L’impianto di Legnano consentirà di trasformare 40.000 tonnellate di frazione organica da rifiuto solido urbano (FORSU) e 12.400 tonnellate di verde ogni anno per produrre, sempre su base annua, circa 4 milioni di metri cubi di biometano, oltre che compost di qualità. Queste risorse permetteranno di evitare il consumo di 3.280 tonnellate di petrolio equivalente, e non solo.

Trattare i rifiuti organici (FORSU e verde) e trasformarli in energia localmente consente di minimizzare i costi, in termini economici e di inquinamento dell’aria, che deriverebbero dal trasporto degli stessi presso impianti distanti.

Materia prima di partenza

40.000

Tonnellate di FORSU

12.400

Tonnellate di verde

Energia
e Fertilizzante Prodotto

4

Milioni di metri cubi
di biometano prodotto

14.000

Tonnellate di compost di qualità prodotto

Benefici Ambientali

3.280

Tonnellate di petrolio risparmiate

Il biometano

Il biometano è un combustibile pulito e rinnovabile che può essere utilizzato per produrre energia elettrica e calore (per usi civili e industriali) o per l’autotrazione. Si tratta di un gas sostenibile che si ottiene a seguito della purificazione del biogas prodotto dalla degradazione dei rifiuti organici, come ad esempio l’umido della raccolta differenziata (FORSU). La produzione di biogas è il risultato di un processo del tutto naturale, la digestione anaerobica, che avviene in assenza di ossigeno. Dopo il processo di purificazione, il biogas diventa biometano.

Per poter essere immesso nella rete, il biometano deve rispettare elevati standard di qualità e sicurezza fissati da norme nazionali.

I benefici del biometano

La produzione di biometano da FORSU apporta importanti benefici:

  • recupero di energia da rifiuto;
  • igienizzazione del rifiuto;
  • abbattimento di cattivi odori;
  • trasformazione del rifiuto in fertilizzante naturale;
  • salvaguardia dell’ambiente, perché evita l’emissione incontrollata in atmosfera di gas metano che ha un effetto serra 21 volte maggiore rispetto alla CO2.

Il compost

Il compost è un fertilizzante naturale che può essere utilizzato per rigenerare e nutrire i terreni agricoli, in sostituzione dei fertilizzanti chimici.

Il compost prodotto da un impianto innovativo come quello di Legnano ha garanzie di qualità e di igiene superiori a quelle del compost prodotto dal compostaggio aerobico. L’intera fase di degradazione dei rifiuti organici avviene in ambiente chiuso ermeticamente, evitando così che si disperdano nell’aria cattivi odori.